Lettera aperta agli studenti siciliani

Non andate a lavorare. Dopo la laurea, studiate quello che vi serve per far partire una startup.

Mi chiamo Rosario, e siciliano sono. Mi sono laureato in Informatica a Catania ma vivo da tempo lontano dalla Sicilia. Lavoro come freelancer, la moderna versione del mercenario informatico. Non ho un capo, ma clienti. Non ho un orario di ufficio stabilito, spesso dalle 9 alle 6, ma lavoro la domenica se posso, e rimango a casa il lunedi se ho voglia. Non vivo sempre nello stesso posto, sono nomade per scelta.

Sapete perché vi scrivo? Perché andare a lavorare subito dopo la laurea non è la scelta giusta. Se qualcuno vi offre un lavoro, non accettatelo.

Studiate

Studiate invece! Condividete il codice su github, imparate a usare heroku, pusher, socket.io, websockets, html5, css3, responsive web design, mediaqueries, ruby on rails, node.js, coffescript, backbone.js, redis, mongodb, couchdb, scala, solr, lucene.

Come programmatori abbiamo un vantaggio enorme rispetto ad altri mestieri. Possiamo creare quello che immaginiamo.

Parlate col vostro collega, convincetelo a non lavorare, almeno per un altro anno studiate quelle tecnologie che rendono USA e UK le nazioni che creano i vari facebook, twitter, instagram, foursquare, airbnb, hipmunk ecc ecc.

Perché una startup? Perché potete essere padroni delle vostre scelte, perché siete stati educati per diventare creatori di tecnologia non forza da lavoro da cubicolo.

Fate un favore a voi stessi, non andate a lavorare subito dopo la laurea, fate partire una startup, la vostra startup.